Give me five…mistakes

Sei un atleta smart.

Ti svegli al mattino presto per allenarti prima di andare al lavoro o a lezione, regolarmente rifiuti il secondo giro di birra e conosci con precisione il valore dei cibi con cui ti nutri. Lo so.

E non perdi alcuna novità nel campo dell’integrazione energetica, per non parlare di come ti tieni al passo con lo sviluppo della tecnologia delle tue attrezzature. A tal punto che potresti farne l’oggetto di una lezione universitaria, o più semplicemente, tener banco in spogliatoio. Lo so.

Ma, a volte, anche gli atleti più attenti ed esperti possono commettere più o meno piccoli errori.

Sempre secondo il teorema -di cui io sono fondatrice! – che nessun atleta può essere l’allenatore di se stesso. E’ dal confronto che nasce la crescita.

ERRORE 1: NON CONOSCI IL TUO STATO DI IDRATAZIONE

Come fai ad avere la certezza che il tuo motore è adeguatamente idratato?

Prima verifica: controlla sempre il colore delle tue urine. Se sono scure o odorose allora non sei correttamente idratato, non stai bevendo abbastanza.

Bevi in allenamento e a riposo. Se fai sedute più lunghe di 45′ bevi regolarmente acqua e sali minerali. Specialmente se fa caldo e l’umidità è elevata. Non attendere il senso della sete: una volta che lo avverti hai già perso il 2% del tuo peso corporeo e la tua prestazione sta peggiorando. Per non parlare dei rischi alla salute. Un corpo ben idratato è un motore che funziona al meglio delle sue capacità. Sopporterà meglio il caldo e il senso di fatica sarà minore.

ERRORE 2: INSUFFICIENTE APPORTO ENERGETICO DURANTE L’ALLENAMENTO

Non sottovalutare gli allenamenti dalla lunga durata. Ad ogni seduta di durata sopra i 75′, prevedi una strategia di integrazione. In questa maniera potrai risparmiare le riserve di glicogeno dei tuoi muscoli. Fai sì che gli energetici siano i medesimi che, eventualmente, utilizzerai in gara: sarà un’occasione in più per testare il successo della tua strategia d’integrazione!

ERRORE 3: DIMENTICHI IL RECUPERO NUTRIZIONALE

Se ti sei allenato più di 60′ senza prendere alcuno energetico, hai probabilmente intaccato parte delle tue scorte di energia (glicogeno), hai sudato per bene eliminando una buona quantità di acqua e sali minerali e hai stressato i tuoi muscoli.

Appena finito lo sforzo, è tempo di recuperare. E mai nessun momento migliore come la mezzora post allenamento ti permette di recuperare le energie perse, ripristinare il bilancio idrico-salino e ristrutturare le tue fibre muscolari.

E’ ora del recovery meal ! Non scordarlo.

ERRORE 4: USO E ABUSO DI VITAMINE E INTEGRATORI DI MINERALI

A patto che tu abbia un’alimentazione completa e varia, non ti serve integrare alcuna vitamina nè minerale. Anzi, questa, se non dosata e monitorata da un medico può solo peggiorare il tuo stato di forma. Un abuso, per esempio di vitamina A ed E può portare a cefalea, nausea, vomito, rigidità muscolare e, paradossalmente ad un senso di maggior stanchezza.

Attenzione, quindi, al fai da te.

ERRORE 5: QUELL’AMORE/ODIO PER LA BILANCIA

Che tu l’abbia acquistata o, come me, vinta coi punti della spesa, utilizzala in maniera intelligente.

Ok se ti pesi prima e dopo l’allenamento per monitorare la quantità di liquidi persi o tutte le mattine per controllare il tuo stato generale di forma.

Ma attenzione a non affidarti eccessivamente a quel numerino che appare.

Più del peso totale in sè – che, permettimi, lascia il tempo che trova- è vantaggioso conoscere e monitorare la composizione corporea, ovvero il rapporto tra la massa magra e la massa grassa. Ai fini di un’ottima prestazione e di un altrettanto stato di salute, deve rimanere invariata – se non aumentata- mentre la seconda non deve di certo aumentare!! Questo è ciò che conta.

Che tu sia un amatore o un atleta d’élite, fai tuoi questi piccoli e pratici consigli. Ti aiuteranno a controllare il tuo stato di forma e la tua salute.

Annunci

Informazioni su sporteat

PHD, Specialista in nutrizione e integrazione dello sport, responsabile Enervit Nutrition Center by Equipe Enervit. La mia vita è lo sport. Inizio a nuotare, vesto l'azzurro col canottaggio, mi diverto con la corsa a piedi, con la bicicletta e qualche volta anche con il triathlon. Vivo per lo sport. Sogno per la montagna
Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione, Integrazione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Give me five…mistakes

  1. Tito Tiberti ha detto:

    Un signor post, insieme a quello sul latte + cacao come recovery drink senz’altro utilissimo 🙂 GRAZIE! diffondo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...