Molla la zavorra

Se il tuo peso attuale è maggiore del 5% del tuo peso forma, leggi qui.

Ad ogni chilo di peso corporeo in più sovraccarichi la tua schiena, i tuoi fianchi e le tue ginocchia fino a 3-4 kg. Significa che se il tuo peso forma corrisponde a 68 kg e attualmente sei un pochino in sovrappeso e pesi 71 kg, correrai, pedalerai, remerai e salterai con 9 kg in più.

Significa che nell’imminente ti muoverai più lentamente e a lungo andare le tue articolazioni ne risentiranno.

Per riassumere questo effetto in una parola: AHIA!

E allora qual è la soluzione?

Si tratta di perder peso. Nessuna novità. La novità però è che non tutto il peso del corpo è uguale: è necessario liberarsi del peso superfluo, la ciccia per intenderci e preservare il peso buono – la muscolatura. Solo così puoi fare del bene alla tua prestazione e al tuo organismo.

E come si fa?

Ci sono numerose strade, credimi. La più comune è quella di ridurre l’assunzione di calorie quotidiana. Ma se riduci le calorie (800 kcal) perderai sì peso ma sarai anche affamato e nervoso tutto il giorno: poche persone sono psicologicamente in grado di sopportare questa strategia. E il rischio, quasi certo, inoltre, è quello che oltre al peso in termini assoluti perderai anche una buona parte della tua muscolatura – parte preziosa del tuo motore- lasciando quasi intatta la massa grassa. Risultato: più leggero sì ma…affamato e meno prestante. Che beffa!

E quindi come puoi fare? E se eliminassimo il cibo “superfluo”? Cioè quello che non nutre il corpo – in maniera vantaggiosa- ma la gola.

Dolci, caramelle, patatine, snack vari dolci e salati, bibite zuccherine e alcolici (quelle che “vanno giù bene ma quante calorie superflue!). Pensa a quante volte al giorno ingurgiti questi alimenti senza nemmeno rendertene conto: al ristorante sgranocchi grissini nell’attesa della tua portata -sostituiscili con enne bicchieri di acqua, magari gassata- , a casa fai palline di mollica con la michetta del prestiné, dagli amici quel bicchiere di vino in più che fa andar la macchina dei ricordi e all’aperitivo…”altra bionda, ora è il mio turno!”

Inizia a tagliare ciò che non ti nutre ma che anzi ti appanna e, a lungo andare ti appesantisce.

Molla la zavorra.

Piccole rinunce. Zero sofferenza. Ci vuole solo un pò di attenzione. E ne farai una nuova abitudine. Corretta.

Tanto di guadagnato. Il risultato è sicuro: alleggerirai schiena, ginocchia e caviglie e…il portafoglio!

Credimi.

E se non mi credi…prova!

 

Foto: Google Images – Chrissie Wellington (a British Triathlete and four time World Ironman Champion 2007, 2008, 2009 and 2011).

 

Annunci

Informazioni su sporteat

PHD, Specialista in nutrizione e integrazione dello sport, responsabile Enervit Nutrition Center by Equipe Enervit. La mia vita è lo sport. Inizio a nuotare, vesto l'azzurro col canottaggio, mi diverto con la corsa a piedi, con la bicicletta e qualche volta anche con il triathlon. Vivo per lo sport. Sogno per la montagna
Questa voce è stata pubblicata in Alimentazione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...