Cioccolata calda per…scaldare l’inverno pigro

Ci son giorni in cui di allenarti non ne vuoi quasi sapere.

Ci son giorni che si chiamano Domenica e sono congelati da una temperatura polare, direi siberiana. Meno sette. E l’unico sport a cui sembra essere incline il tuo corpo è quello di rimanere fermo, quasi immobile, sotto al piumone. Desiderio di puro letargo.

E se poi scopri che il tuo programma di allenamento prevede 4 km “tirati” in piscina e per di più in solitaria, allora il ghiro sotto al piumone diventa lo sport nazionale. Non ce n’è.

Poi inizi a pensare, fatichi a riprender sonno. Qualcosa ti chiama. Ti alzi dal letto.

E non ti rendi conto che il tuo allenamento inzia qui.

E non ti rendo conto che, se lo porti a termine, il tuo allenamento oggi vale doppio.

Testa e corpo. Hai guadagnato un gradino in più. Per diventare più forte. Fisicamente e mentalmente. Ed è giusto, pertanto, premiarsi.

Per premiarmi e gratificarmi, io ieri pomeriggio, mi son lasciata tentare da un forte desiderio di cioccolata. Sarò stata ispirata dalla clima rigido o dalla gola (peccato sempre in agguato per me) ?

Freddo o gola che sia la cioccolata me la son gustata. Con tanto di panna.

E non aspettatevi da me supporti scientifici per lavarvi la coscienza. Almeno questa volta.

Predico bene e razzolo male.

Perchè ogni tanto, in via eccezionale, è anche piacevole gratificarsi. Senza sensi di colpa. Perchè se si merita un premio i sensi di colpa non hanno motivo di esistere.

Perchè la vita è bella. E la cioccolata è buona! Molto.

Annunci

Informazioni su sporteat

PHD, Specialista in nutrizione e integrazione dello sport, responsabile Enervit Nutrition Center by Equipe Enervit. La mia vita è lo sport. Inizio a nuotare, vesto l'azzurro col canottaggio, mi diverto con la corsa a piedi, con la bicicletta e qualche volta anche con il triathlon. Vivo per lo sport. Sogno per la montagna
Questa voce è stata pubblicata in Predico bene e razzolo male e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Cioccolata calda per…scaldare l’inverno pigro

  1. Matteo ha detto:

    e direiiiiii!!!!! io l’avrei anche accompagnata con un buon bicchiere di Rhum davanti ad un camino acceso, perchè oltre al corpo e alla mente, bisogna allenare anche lo spirito!

  2. Stefano Buttera ha detto:

    Ciao,
    Io piumone e freddo li ho vinti così, cercando di allenare prima fisico e poi mente:

    http://runninglovers.wordpress.com/2012/02/13/doppio-cammello/

  3. titotiberti ha detto:

    Parole sante, cara Elena, parole sante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...