La mia Zona quotidiana. Di sport. Viva i veri Prof.

ImageCi sono professionisti, soprattutto nel mio campo, che giustamente vantano qualifiche ma dovrebbero anche dare garanzie di competenza. Che ancora si permettono pregiudizi (anche forti) su una strategia alimentare senza averne approfondito i fondamenti e ignorando le ricerche, passaggio che per chi studia con umiltà e passione è fondamentale da vedere. Approfondire.

Ci sono professionisti che ignorano poi l’esperienza: quella indiretta, trasferita dagli atleti o da chi ha sperimentato su se stesso, e quella diretta, sulla propria pelle e dentro al proprio corpo. Per capirci.

Certo, lo sport di per se è cambiamento, è evoluzione continua. Ed è ricerca. Che qui ci sguazza. Ed è la cosa che mi ha affascinato di più sin dall’inizio della mia strada (avventura) professionale che ho avuto la fortuna di percorrere con una guida: il prof. Enrico Arcelli. Ecco a voi uno che lo sport lo pratica, lo studia, lo “mangia” si potrebbe dire. Con passione e competenza. E quante volte, studiando, “Il Prof” ha fatto evolvere le sue idee a proposito di nutrizione sportiva, di comportamenti, di abitudini, di metodologie di allenamento… A quanti atleti ha insegnato ad allenarsi, ha insegnato cosa significa recuparare, ha insegnato che prima di esporsi bisogna studiare, scartabellare libri e spulciare bibliografia scientifica.

Così ho provato a replicare ad uno di questi professionisti, dottori, che si concedono i sopracitati pregiudizi e ribattono con toni soloniani. Questa volta tocca alla Zona, considerata dall’esperto un’assassina. Iperproteica e inadeguata, specialmente agli atleti.

http://forum.corriere.it/nutrizione/02-02-2012/in-zona-di-risposta-1994461.html

Quindi, Caro Dottore

Seguo la dieta Zona da diversi anni, sia quando ero in attività agonistica (nuoto, pallanuoto, canottaggio) che ora –  che l’attività fisica la faccio per sentirmi bene, perchè fa parte di uno stile di vita. Quello della Zona, appunto.

Questo tipo di strategia alimentare mi ha risolto numerosi problemi come la diminuzione delle infiammazioni, proprio quelle che finiscono con –ite, come tendiniti e borsiti. Mi ha aiutato nel controllo del peso e mi ha insegnato che assumendo la proporzione calorica adeguata di proteine e mangiando molta verdura e molta frutta, recuperavo prima dopo i miei allenamenti o la mia prestazione sportiva. E persino l’efficienza mentale migliorava (in termini di concentrazione, lucidità e forse anche buonumore… Ma questo è soprattutto un effetto dello sport secondo me).

Per questo motivo ho sempre suggerito questa strategia nutrizionale che è anche uno stile (perché proprio di stile si tratta) ad amici e atleti. E con il tempo l’ho allenata, provata, testata e ancora non è ancora finita…

E’ un errore considerare la Zona una “dieta iperproteica” in quanto proprio una delle sue peculiarità è quella di fornire al nostro organismo la quantità adeguata – in base allo stile di vita e all’attività sportiva di ogni singolo soggetto – di proteine, carboidrati e grassi (precentuale di calorie).

Certo, io sono avvantaggiata in questo discorso: ho la fortuna di “frequentare” la Zona con i sempre sapienti consigli del prof. Enrico Arcelli, che non è solo un medico sportivo e un dietologo, è un uomo di sport e anche lui sperimenta su se stesso… E un altra guida, peraltro concreta e vincente, è per me il dr. Aronne Romano”.

Stelle polari di numerosi atleti d’élite. Calciatori, maratoneti, triatleti, canottieri, schermidori, ciclisti, nuotatori. E tanti altri. Ex olimpici e futuri olimpionici (e perchè no possibili olimpici!).

Ma anche di chi lo sport lo fa per star bene. Perchè come dice il mio amico Manlio “solo quando seguo la Zona corro più forte ma soprattutto son più felice”. Per inciso, lui, di mestiere, scrive. Di sport (guarda caso).

E allora dico io “La Zona funziona”. Anche per gli sportivi. La Zona non può prescindere dallo sport e dal movimento. Lo stile… Perché dunque non conoscerla? Resto dalla mia. Faccio sport tutti i giorni e ricerco. Per stare meglio per vincere. Per godermi il mio sorriso quotidiano… Non tutti i professionisti se lo concedono. Evidentemente non sono in ZONA! Che ne dite?

Foto Google images

Annunci

Informazioni su sporteat

PHD, Specialista in nutrizione e integrazione dello sport, responsabile Enervit Nutrition Center by Equipe Enervit. La mia vita è lo sport. Inizio a nuotare, vesto l'azzurro col canottaggio, mi diverto con la corsa a piedi, con la bicicletta e qualche volta anche con il triathlon. Vivo per lo sport. Sogno per la montagna
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...